Stampa:
Data: 08/02/2024
Testata Giornalistica:
IL MESSAGGERO
    IL MESSAGGERO

Meloni, sprint Abruzzo «Sì alla Roma-Pescara» Salvini: fondi per la Salaria «Avanti con i lavori per l'alta velocità» E per le strade maxi-piano da 7,6 miliardi

L'AQUILA «Ho fatto Roma-Tokyo in meno di 72 ore e sono un tantino provata. Forse sto cominciando a diventare troppo vecchia fare queste cose». Dal Giappone all'Abruzzo, all'Aquila che l'ha eletta parlamentare prima di diventare premier, nel traboccante auditorium del Parco donato da Renzo Piano dopo il terremoto che, come dice il governatore uscente e ricandidato, Marco Marsilio, «è troppo piccolo, ma le ferite del terremoto sono ancora vive: per questo abbiamo trovato i 5 milioni che mancano per completare il restauro del teatro». Giorgia Meloni arriva qui («Terra a cui sono legatissima»), in piena campagna elettorale, per firmare il nono accordo in Italia tra governo e Regione, fin qui quello più corposo, che stanzia 1,257 miliardi di euro di investimenti nella programmazione del Fondo di sviluppo e coesione 2021-2027. E soprattutto per annunciare, dopo le roboanti polemiche, che sì, «la Roma-Pescara si farà», intesa come la velocizzazione della tratta ferroviaria: «È forse la più importante tra le infrastrutture che a voi servono - dice -. Nel Pnrr erano previsti 620 milioni, ma ci siamo resi conto che per le tempistiche del piano non sarebbe stato possibile terminare l'opera. Quindi con coraggio abbiamo stralciato il finanziamento, mettendoci a cercare altri fondi. Oggi abbiamo completato quel lavoro: la Roma-Pescara si farà e grazie in particolare al lavoro del ministro Salvini e del ministro Fitto, il governo ha individuato tutte le risorse che servono, a valere sul fondo di Sviluppo e Coesione, compresi gli ulteriori cento milioni che si sarebbero dovuti aggiudicare nel 2023. Nei prossimi giorni il Cipess sarà convocato per tutti gli adempimenti concreti per avviare i progetti».
Intanto, a proposito degli investimenti, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti annuncia il maxi piano d'intesa con Anas che stanzia 7,6 miliardi per 65 interventi tra 2024 e 2025. Tra questi 759 milioni per il Lazio che serviranno, tra l'altro, a far partire gli interventi sulla Salaria. Soddisfatto il ministro Matteo Salvini: «Siamo determinati ad ascoltare le esigenze dei territori e a recuperare decenni di troppi "no"».
Tornando all'Aquila, la Meloni coglie l'occasione anche per «fare stato» su quanto fatto finora dal governo sul tema delle risorse. Sul fondo di Sviluppo e Coesione («Dal confronto con le Regioni è emerso che nel precedente ciclo di programmazione, 2014-2020, su 126 miliardi ne erano stati spesi solo 46, al 2022»), ma anche sul Pnrr, rivendicando i risultati raggiunti: «Tutti ricordano i tanti "warning" all'Italia, siamo stati accusati di voler far perdere le risorse. I fatti invece parlano chiaro: nel 2023 abbiamo terminato gli obiettivi della terza rata e ottenuto il pagamento; abbiamo ottenuto il pagamento della quarta rata e siamo i primi in Europa ad aver presentato gli obiettivi della quinta».
SINDACI
Meloni parla di fronte a decine di sindaci abruzzesi, al ministro Raffaele Fitto, ai sottosegretari Luigi D'Eramo (Agricoltura e Sovranità alimentare) e Fausta Bergamotto (Imprese e Made in Italy), al commissario governativo della Zona economica speciale abruzzese, Mauro Miccio, alla foltissima schiera di amministratori ed esponenti di Fratelli d'Italia, segnando una svolta nella campagna elettorale che vede in campo il governatore Marco Marsilio a caccia di uno storico bis mai riuscito da queste parti. Dice che le infrastrutture sono la priorità per cancellare il paradosso di una regione «al centro dell'Italia e del Mediterraneo, ma isolata», citando l'allungamento della pista dell'aeroporto di Pescara e la progettualità imminente per la terza corsia dell'A14. Prima di partire per Pescara, per "benedire" l'avvio dei World Skate Games 2024 («Una grande occasione per ribadire che la Nazione è all'altezza dei grandi eventi sportivi»), la premier ha il tempo di assicurare una soluzione ai lavoratori del call center Tecnocall e per ricevere, dalle mani di Marsilio e del sindaco Pierluigi Biondi, due simboli del territorio: una riproduzione del rosone della basilica di Collemaggio e un Mammut in miniatura.

www.cgilabruzzomolise.it ~ organizzazione@cgilabruzzomolise.it


CGIL Abruzzo Molise

Via B. Croce, 108
65126 Pescara
085.45431

Area Riservata

- Cgil Regionale Abruzzo Molise